La storia del Coro Fioccorosso di Monza comincia nel 1962 all'oratorio di San Biagio in Monza. Il coro è nato quasi per caso: un amico doveva celebrare la sua prima messa e alcuni ragazzi decidono di preparare alcuni canti e un “concertino” per la festa serale. I ragazzi hanno continuato a cantare e sono diventati un coro. 

Serviva una divisa ma, soprattutto, un nome. La divisa era presto fatta: una camicia bianca e un fiocchetto rosso. Il nome venne da sè: Fioccorosso!

Si sono susseguiti diversi direttori nel corso di questi anni, per i primi 25 la direzione e l’educazione del coro è stata affidata a Piero Serenthà, medico di professione e musicista per vocazione. Quindi è arrivato Carlo Pozzoli, (dal 1989 al 1996); Paola Versetti (dal 1996 al 1997). Per 15 anni è stata la volta di Gian Franco Freguglia (dal 1997 al 2013) sotto la sua guida il coro ha ripreso e intensificato un progetto di coralità inscritto nel coro fin dalla sua nascita., sperimentando nuove espressioni di vocalità nel vasto campo della cultura del canto popolare e nella ricerca di percorsi musicali nuovi. Nel 2013 per un anno il compito di dirigere il coro è stato affidato a Marika Zonca.

Da gennaio 2014 il coro Fioccorosso è diretto da Silvia Manzoni, già direttore del coro Laudamus Dominum di Sovico. Con Silvia e il suo entusiasmo il coro accetta un’importante sfida di rinnovamento ma anche di mantenimento dei valori che da sempre animano il coro e i suoi membri, con l’intento di mantenere vivo il repertorio tipico della coralità popolare maschile. 

Il coro ha iniziato nuovi progetti, intensificando le esecuzioni e i concerti pubblici, partecipando a manifestazioni importanti e coinvolgenti (Caelicantus in Slovenia, Festival della Val Pusteria, Adunata nazionale degli Alpini, rassegne USCI).

Silvia ha ideato e porta avanti da 5 anni con il coro Fioccorosso un laboratorio settimanale di canto corale per i detenuti della sezione maschile della Casa Circondariale di Monza. Il laboratorio “Liberi di Cantare” ha un obiettivo non solo didattico, ma anche “terapeutico, educativo e sociale”. Partita dalla convinzione che cantare in coro sia un’esperienza formativa, che cantare in coro voglia dire muoversi su un terreno comune e muoversi in una direzione comune e condivisa. Cantare in coro significa avere un progetto, perseguirlo e attuarlo insieme, collaborando e cooperando mettendo da parte ogni particolarismo, ogni individualismo, ogni pensiero, ogni preoccupazione. 

Cantando in coro si condivide e si contempla la bellezza.


 


 

 

VORRESTI CANTARE CON NOI?

 

Ogni martedì e giovedì dalle ore 20.45 

 

Monza, Vicolo Scuole 7 (Cancello Carraio)

 

 

TI ASPETTIAMO!